La cultura siciliana nelle scuole dell’Isola muove i primi passi

Lingua siciliana All'accademia degli Zelanti e dei Dafnici ad Acireale

“Senza memoria non c’è trazione e senza tradizione non c’è società”. Un popolo senza memoria è un popolo senza orgoglio di appartenenza, incapace di riallacciare quei fili interrotti, o mai posseduti, indispensabili per avere coscienza del proprio patrimonio storico e della propria identità.
Questa è una delle motivazioni, condivisa da tutte le società civili e dalla stessa Comunità Europea, che ha spinto il deputato dell’assemblea regionale siciliana, Nicola D’Agostino, a promuovere la legge che prevede l’insegnamento del patrimonio linguistico, storico e letterario della Sicilia in tutte le scuole di ogni ordine e grado dell’isola.
La legge, approvata il 31 maggio scorso anche con i voti dell’opposizione, è la n. 9 ma già è nota come “Legge D’Agostino”. A giorni si attende l’emanazione del decreto attuativo dell’assessore regionale per l’istruzione e la formazione professionale, Mario Centorrino, integrato dalla proposta di altri moduli didattici così da completare il pacchetto affidato dalla legge Moratti sull’autonomia della Regione.

Legge n. 9 del 31 maggio 2011; Circolare dell’Usr per la Sicilia del 14 settembre 2011.
Per approfondimenti su La Tecnica della Scuola del 10 ottobre 2011.
Clicca il link: La Tecnica della Scuola n. 3 – 10 ottobre 2011

Informazioni su alfio patti

Poeta, aedo e cantore di Sicilia. Studioso della lingua e della cultura siciliana
Questa voce è stata pubblicata in libri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a La cultura siciliana nelle scuole dell’Isola muove i primi passi

  1. Andrea Patti ha detto:

    E’ una bellissima notizia!

    Andrea da Catania

  2. Gaetana di Nizza (Francia) ha detto:

    Bravo Alfio ! anche se vivo lontano dalla mia terra siciliana continuo a seguirti nella tua meta, e mi fa piacere vedere che un gran poeta come te continui a spendere generosamente tutta la sua energia per difendere la nostra lingua e tradizione siciliana che sono il cuore della nostra identità. con tanta simpatia, Gaetana di Nizza (Francia)

    • alfio ha detto:

      Cara Gaetana bello sentirti. Peccato che non si sia potuto più ripetere quella bella esperienza di Nizza del 2005. Io e Rita ti portiamo nel cuore. Incontrarci di nuovo, no eh?!
      Sicilianamente tuo
      Alfio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...