Arsura d’amuri e il gruppo che ne alimenta il fuoco

Al Centro ZO di Catania si è concluso con successo il nuovo spettacolo di Alfio Patti, “Arsura d’amuri”, che, contrariamente alla sua natura di aedo solitario, ha inserito lungo il suo tracciato poetico, dedicato alla poetessa catanese Graziosa Casella, attrici, cantanti e musicisti quasi a voler gridare con più forza il suo amore verso chi è stato dimenticato e ha scritto poesie per idealizzare una grande passione.
Non era facile allora, per una donna sola, quarantenne, innamorata di un giovane di 28 anni superare i pregiudizi della società catanese della prima metà del Novecento.
Essere liberi, dire e fare ciò che si vuole ha sempre un costo elevato. Scrivere, poi, come ha fatto Graziosa Casella è stato un peccato che le donne non dovevano permettersi.
I suoi lavori, purtroppo, sono andati quasi tutti perduti oppure sono ben custoditi ma non sappiamo da chi.
Due raccolte dal titolo “Ciuri di spina” e “Autunnu e primavera” dati in visione e poi ritirati non si sono ancora trovati. Ciò che resta è stato pubblicato in giornali di poesia dell’epoca e riportato con diversi errori di superficialità che hanno indotto pure noi a sbagliare.
Ma noi abbiamo voluto cuntare e cantare per non perdere u cuntu, cioè la memoria, della nostra gente e in questo caso di Graziosa Casella che certamente non si sarebbe aspettata questo nostro interessamento: lo avrà gradito? Non sappiamo! Certo è che Lei ci ha dato, attraverso i sonetti rimasti, una lezione d’amore e di passione che non tiene conto, affatto, dei benpensanti; ipocriti; debosciati che imperversavano nei circoli culturali di allora come in quelli di oggi.

Un articolo di Gabriella Rossitto pubblicato sul suo bolg

Informazioni su alfio patti

Poeta, aedo e cantore di Sicilia. Studioso della lingua e della cultura siciliana
Questa voce è stata pubblicata in libri. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...