Concita Russo e “il fuoco sacro della poesia” a Sant’Agata Li Battiati

116“Adesso scivola la penna, ecco sono ispirata… stendo un foglio bianco… non saranno frasi banali? Le parole si accavallano nella mente, un silenzio mi avvolge, è la Musa, la poesia del silenzio, la più vera…”. La penna, il foglio bianco, l’ispirazione. Tre momenti importanti per un poeta. E proprio di questo si è discusso nella biblioteca “G. Verga” di Sant’Agata Li Battiati durante un incontro dedicato alla poetessa Concita Gazzo Russo e al suo “fuoco sacro per la poesia”. Nata ad Agira, Concita Russo è catanese di adozione. Si affaccia ufficialmente alla poesia nel 1989 pubblicando la silloge “Tra sogno e realtà” alla quale hanno fatto seguito altre raccolte come “Le parole sono amore” nel 1995; “Poesie e pensieri – Le voci dell’anima” nel 2001; una raccolta antologica nel 2007 e “Poesie e pensieri e riflessioni” nel 2008.

A fare un excursus sull’intensa attività poetica di Concita Russo, condensata nella raccolta antologica del 2010 dal titolo “Poesia per la poesia”, è stato Alfio Patti che ha messo in evidenza i leitmotiv presenti nella poetessa agirina: la “tristezza” e il senso di giustizia.

“Che la poesia sia dolore ce lo insegnano i grandi poeti del passato – ha sottolineato Concita Gazzo Russo – ce lo dicono Ungaretti, Leopardi, Petrarca, D’Annunzio, Cesare Pavese. Ma la poesia non è solo tristezza, è anche gioia, ma una gioia velata di mistero e di nostalgia”.
Se è vero che il poeta è un vecchio saggio col cuore da bambino, Concita Gazzo Russo incarna tutti e due gli aspetti di questo mondo poetico, e ci ricorda che “l’uomo nasce da un atto d’amore che è sublimazione di poesia”. Ad interpretare le poesie di Concita Gazzo Russo, proponendo al pubblico un accattivante recital, sono stati Orazio Aricò e Laura Rapicavoli. I due attori hanno “raccontato” con venti brani recitati tutte le sfaccettature della poetica di Gazzo Russo.

Diversi gli interventi del pubblico dai quali è emerso che “la poesia è un dono di Dio e che ogni poeta deve essere grato di questo dono che brucia proprio come un fuoco sacro”.  Ad organizzare l’incontro il gruppo “Amici della poesia”; “La Giostra dei poeti” di Sant’Agata Li Battiati col patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune di Battiati.

Informazioni su alfio patti

Poeta, aedo e cantore di Sicilia. Studioso della lingua e della cultura siciliana
Questa voce è stata pubblicata in libri. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...