25 Novembre: Giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne

In Italia, secondo dati Istat, una donna su tre, tra i 16 e i 70 anni, è stata, almeno una volta, vittima di violenza o maltrattamenti.
Parlare di violenza sulle donne, quindi, implica che la discussione su ciò potrebbe volgersi su eventi concatenanti a tale problema. Tanti sono gli spunti di dibattito portati avanti da studiose e studiosi, psicologhe, sociologhe, giuriste e femministe.
Il mio “mestiere” di poeta e cantastorie mi porta a trattare l’argomento, o quantomeno a dare il mio contributo, citando fatti accaduti a donne siciliane, avvalendomi della letteratura siciliana in dialetto e della canzone popolare.
Parte di questo excursus è presente nel mio ultimo spettacolo interamente dedicato alla donna, dal titolo “Tra ciuri d’aranci e spini santi”, ovvero, la storia della donna siciliana nei “cunti” e nei canti popolari.
I fiori d’arancio rappresentano l’amore e la sensualità, aspetti che inducono ogni giovane donna a sognare una vita felice e piena di emozioni, ieri come oggi; le spine sante rappresentano, invece, le contrarietà che la vita frappone tra i sogni e la realtà.
Le spine sono sante. Sante perché nella cultura siciliana la sofferenza è stata sempre accettata supinamente quasi fosse designata dal Fato: “tuttu scrittu è!”. E siccome tutto è stato “già scritto”, subire una violenza, e accettarla passivamente tacendo, faceva parte della cultura della “rassegnazione” e del “u Signuri vosi accussì”, come se Dio potesse volere cose del genere.
Lo spettacolo, da me ideato nel 2010, in occasione del centenario dell’indizione della “Giornata della donna” (Copenaghen 1910) mette in risalto gli aspetti più significativi della condizione della donna siciliana non senza gli aspetti che la vedono vittoriosa e protagonista della propria vita.
La performance dura un’ora e mezza,  e non lascia momenti di distrazione. Cultura e impegno sociale; letteratura siciliana popolare e colta; poesia e musica sono gli ingredienti di un “one man show” condotto da Alfio Patti, la sua voce e la sua chitarra.

Le Info nella sezione contatti.

Informazioni su alfio patti

Poeta, aedo e cantore di Sicilia. Studioso della lingua e della cultura siciliana
Questa voce è stata pubblicata in eventi, libri, poesia, spettacoli e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a 25 Novembre: Giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne

  1. Antonino ha detto:

    Alfio Patti, la certezza di una voce che parla al cuore di noi siciliani con lo spirito più genuino che dalla terra d’origine dilaga in tutto il mondo!

    • Antonino ha detto:

      Alfio Patti, la certezza di una voce che parla al cuore di noi siciliani con lo spirito più genuino che dalla terra d’origine dilaga in tutto il mondo!

  2. Pingback: “Tra ciuri d’aranci e spini santi” a Pachino | alfio patti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...